Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordami

«Il comunismo per noi non è uno stato di cose che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi. Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. Le condizioni di questo movimento risultano dal presupposto ora esistente»

(K. Marx)

×

Errore

Table 'lottacontinua.#__easyblog_category_acl_item' doesn't exist

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.lotta-continua.it/

Le proteste degli studenti contro il caro affitti. I posti letto nelle residenze universitarie.

caro-affitti-protesta-sapienza

Le proteste degli studenti contro il caro affitti. I posti letto nelle residenze universitarie.

Con lo slogan “senza casa, senza futuro” le "mobilitazioni delle tende" degli studenti universitari contro il caro affitti si stanno estendendo a diverse città: Roma, Cagliari, Torino, Firenze, Pavia. Qual è la situazione dei posti letto nelle residenze universitarie?

Il caro vita e il caro affitti rendono spesso impossibile la frequenza universitaria costringendo giovani e studenti e studentesse ad abbandonare gli studi. 

I fuori sede non usufruiscono di servizi universitari anche se in teoria il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevederebbe un aumento dei posti letti delle utenze universitarie con spesa di circa 960 milioni. Sarebbe lecito chiedere, e avere una risposta, su quanti siano i posti a disposizione oggi e quale sarebbe il loro reale fabbisogno prima di avventarsi in conclusioni perché ammesso, ma non concesso, che gli obiettivi del PNRR siano raggiungibili, mancheranno ancora tanti posti letto per il reale del fabbisogno.

Fa scalpore la protesta della studentessa del Politecnico accampatasi in una tenda davanti all'università, il caro affitti riguarda soprattutto le grandi città nelle quali è più sostenuta la speculazione immobiliare. Ma il caro affitti riguarda inquilini e studenti e andrebbe affrontato in termini risoluti con o senza i fondi PNRR. E sull'emergenza dei posti letto anche gli studenti universitari sembrano assenti, manca da anni una vertenza reale con forti rivendicazioni a difesa del diritto allo studio che include anche le questioni dell'abitare.

Un terzo degli studenti universitari sono fuori sede e i posti letto disponibili sono ben pochi con le aziende regionali diritto allo studio oggetto di tagli e contrazione della spesa da anni. Anche sul rilancio di queste aziende una vertenza si rende sempre più necessaria.

Gli obiettivi del PNRR sono quelli di favorire forme di partenariato pubblico-privato, agevolazioni fiscali, nulla a che vedere con un investimento pubblico per le residenze universitarie in nome del quale quanto resta dei movimenti studenteschi dovrebbero riattivarsi.

 

Basta vittimismo? Se il nostro è vittimismo… lette...
I soldi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Res...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 20 Aprile 2024

Immagine Captcha

Notifiche nuovi articoli

Contatti

Per contatti, collaborazioni, diffusione, abbonamenti, sottoscrizioni e tutto quanto possa essere utile alla crescita di questo foglio di lotta, scrivete alla

Redazione

Copyright

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 7-3-2001.

Lotta Continua

is licensed under a
Creative Commons Attribution - NonCommercial - NoDerivatives 4.0 International license.

Licenza Creative Commons

© 2018 Redazione di Lotta Continua. All Rights Reserved.
Sghing - Messaggio di sistema